L’ospitalità

 

 

 

 

 

 

 

L’ingresso presso la Casa di Riposo, la Casa Protetta e il Centro Diurno avviene attraverso la presentazione di una domanda individuale, sottoscritta dal candidato, da un familiare o dall’eventuale tutore.

Le istanze devono essere inoltrate all’Ufficio Ospitalità dell’Ente, dove si possono richiedere i moduli per la compilazione delle domande.

Quest’ultime devono essere corredate da una serie di allegati e documenti quali:
- certificato medico per l’ammissione, compilato dal medico di medicina generale;
risultato degli esami di laboratorio riguardanti i markers dell’epatite B e C;
risultato degli esami di laboratorio riguardanti i markers del virus HIV (solo per gli ospiti di età inferiore ai 65 anni).
I documenti che dovranno essere presentati al momento dell’ingresso sono:
fotocopia del libretto di pensione;
fotocopia della tessera sanitaria:
fotocopia del tesserino di esenzione del pagamento del ticket;
fotocopia del tesserino del codice fiscale;
fotocopia del verbale della visita collegiale per il riconoscimento di invalidità e accompagno;
dichiarazione di presa visione del regolamento interno degli Ospiti;
fotocopia del verbale rilasciato dalla Pretura in caso di inabilitazione e interdizione dell’Ospite;
dichiarazione di assenso sul trattamento dei dati personali sanitari.
Alla documentazione va allegata una fototessera.

Per l’accesso al Centro Diurno è inoltre previsto che il candidato si sottoponga ad un incontro con la psicologa della Casa, che provvederà alla somministrazione di alcuni test per la determinazione del grado di deterioramento cognitivo.
In caso di mancanza di posti disponibili per l’immediata ammissione, le domande rimangono giacenti e vanno a costituire la lista di attesa.
Compatibilmente con la disponibilità di posti-letto, la Grimani Buttari può offrire accoglienza temporanea a persone anziane normalmente seguite in famiglia, assicurando ai congiunti un periodo di stacco dall’impegno assistenziale.

LE AMMISSIONI
Le ammissioni alla Casa di Riposo e alla Casa Protetta hanno luogo seguendo il criterio cronologico di presentazione delle domande, con precedenza per:
coloro la cui ammissione viene richiesta dal Comune di Osimo;
– coloro che sono nati o che hanno il domicilio nel Comune di Osimo;
– coloro che si trovano in particolari condizioni di necessità.
L’ingresso deve avvenire entro tre giorni dalla data della comunicazione di disponibilità del posto.
Le ammissioni al Centro Diurno hanno luogo seguendo il criterio cronologico di presentazione della domanda e il contingentamento previsto dalla convenzione con la Asur Zona Territoriale 7, che riserva un preciso numero di posti a ciascun Comune dell’Ambito territoriale.

LE VISITE ESTERNE
Ogni Ospite può ricevere visite da parte di familiari e amici senza limitazione di orario. L’Ente non applica rigorosi orari di visita, ma si limita a sollecitare cortese attenzione nei confronti della vita e delle abitudini degli Anziani.
L’unico accorgimento richiesto è che le visite non siano di ostacolo alle attività giornaliere che si svolgono all’interno della Casa e non arrechino disturbo alla tranquillità e al riposo degli Ospiti.

LA RETTA
L’Ospite, o chi per lui, è tenuto a versare la retta mensile, anticipatamente, entro i primi cinque giorni di ciascun mese e a saldare le spese extra addebitate.
Gli Ospiti del Centro Diurno, al termine del mese, pagano il numero delle presenze effettivamente realizzate, partendo da una quota fissa di dieci.

PER INFORMAZIONI
Gli uffici amministrativi sono aperti al pubblico dal lunedì al sabato, dalle ore 9,30 alle ore 12,30 e il martedì pomeriggio dalle ore 15 alle ore 18 (luglio e agosto solo mattino). In tali orari è disponibile un servizio di Prima Informazione, che può fornire ogni notizia utile al pubblico che si rivolge all’Ente.