Testimonianze

LA CITTA’ DELLA SOLIDARIETA’

Osimo è una città che da sempre ha nel suo dna una spiccata vocazione alla solidarietà.
Fin da tempi lontani, infatti, gli storici ci hanno tramandato notizie sulle intense attività di solidarietà intraprese dai nostri concittadini, in favore dei poveri e dei bisognosi.
Questa meravigliosa inclinazione dell’animo degli osimani è andata poi “condensandosi” in alcune iniziative particolarmente nobili sotto il profilo umano e altamente qualificate sotto quello professionale. L’attenzione verso i problemi della terza età e la cura degli Anziani è, tra queste, probabilmente la più significativa e la più meritoria.
 Oggi, infatti, nella nostra città sono operative diverse case di riposo, che offrono ospitalità ad alcune centinaia di persone, molte delle quali provenienti anche da oltre i confini del E così, con la sua eccezionale media percentuale di un posto disponibile nelle strutture di ospitalità per la terza età ogni 80 abitanti, Osimo è assurta ormai da tempo a importante punto di riferimento di una vasta porzione di territorio a cavallo tra le province di Ancona e Macerata.
Ma i puri dati numerici dicono ancora molto poco rispetto a questa realtà. Ciò che fa la differenza, infatti, è la condizione di assoluta eccellenza delle nostre case di riposo, tra cui spicca indubbiamente la qualità dei servizi offerti dalla Fondazione Grimani Buttari.
Infatti l’Ente di San Sabino, sotto la guida di Amministratori e Dirigenti oculati e competenti, ha non solo amministrato al meglio, ma addirittura anche accresciuto nel tempo, il grande patrimonio mobiliare e immobiliare che quasi centocinquanta anni or sono il Conte Filippo destinò alla cura dei poveri cronici campagnoli.
Nelle mie frequenti visite alla Fondazione ho però potuto capire che il vero, grande patrimonio della Casa non è costituito dai beni di cui l’Ente dispone. Ciò che vale al di sopra di ogni altra cosa e che brilla di vivida luce è infatti lo straordinario incontro di umanità che si consuma ad ogni istante, tra gli Anziani giunti ormai all’ultima fase della vita e gli Operatori della Casa, perennemente tesi in un altissimo slancio ideale di dedizione verso gli Ospiti.
Ho letto con commozione le testimonianze sulla Fondazione Grimani Buttari di Ospiti, Familiari, Dipendenti, Collaboratori, Religiosi e Volontari, raccolte in questo libro. Esse, più di ogni altra cosa, identificano e riassumono lo spessore morale delle finalità dell’Ente.
Si capisce così immediatamente che il servizio reso alla nostra comunità è di portata davvero eccezionale e che se il Conte Filippo non avesse a suo tempo intrapreso questa mirabile impresa, oggi saremmo tutti privi di un punto di riferimento fondamentale per il presente e per il futuro.
nvito i lettori ad assaporare e meditare queste testimonianze non solo con l’intelletto, ma soprattutto con il cuore. Solo così sarà possibile comprenderne tutta la ricchezza.

 

Dino Latini
Sindaco di Osimo
fino al giugno 2009