Centro Diurno

 

 

SPAZI PUBBLICI PERSONALE
Soggiorno n. 1 Responsabile di Residenza
Sala da pranzo n. 1 Coordinatore socio-assistenziale
2 Locali per riposo n. 2 Animatrici – Educatrici
  n. 3 Operatori socio assistenziali
  n.7 Totale unità

Il Centro Diurno Integrato Demenze è rivolto ad Ospiti anziani affetti da demenza senile lieve o moderatamente grave, e pensato per il sollievo delle famiglie; rappresenta un valido servizio che si prende cura dell’anziano (compreso il trasporto da e per la propria abitazione) per 8-10 ore al giorno permettendo così ai congiunti di riappropriarsi del normale ritmo lavorativo e sociale: un servizio destinato agli anziani ma pensato per le famiglie.

Inoltre, per gli anziani che successivamente entreranno stabilmente in Casa di Riposo, vengono realizzati progetti integrati che, favoriti dalla localizzazione del Centro all’interno della  Grimani Buttari, rendono questo periodo di permanenza propedeutico e preparatorio per un’ambientazione nelle Residenze più rapida e a minor impatto psicofisico.

E’ quello dei comuni di Osimo, Castelfidardo, Camerano, Loreto, Sirolo, Numana e Offagna, in base ad un protocollo d’intesa siglato fra la Fondazione Grimani Buttari, l’Azienda Sanitaria nr. 7 e gli stessi Comuni, riuniti nell’Ambito Territoriale nr. 13.
 

IL SERVIZIO OFFERTO

Il Centro Diurno è funzionante cinque giorni la settimana, per tutto l’arco dell’anno, e fornisce ospitalità e assistenza socio-sanitaria offrendo occasioni di vita comunitaria e aiuto nelle attività quotidiane, stimoli e possibilità di attività occupazionali, ricreative e di mantenimento.

 

 

Il Centro Diurno, essendo inserito e collegato al complesso residenziale per anziani, può fruire delle strutture e dei servizi alla persona già previsti per gli Ospiti della Casa di riposo: quali per esempio la palestra, la biblioteca, la sala per la proiezione di film, l’assistenza religiosa, la parrucchieria e naturalmente tutti i servizi socio-sanitari e del personale specializzato.

LE FIGURE PROFESSIONALI COINVOLTE

Il Centro Diurno beneficia di tutte le professionalità operanti presso la Grimani Buttari quali il Medico della Casa, i Fisioterapisti, la Psicologa, le Educatrici professionali, gli Infermieri professionali, le Animatrici, la Podologa, ecc., nonchè le figure esterne del Neurologo, del Fisiatra, dell’Urologo, degli Odontoiatri; questa ricchezza e specializzazione professionale ha reso, e rende possibile, erogare servizi quantitativamente e qualitativamente elevati.

 

LE ATTIVITA’ TERAPEUTICHE

Il piano delle attività terapeutiche è prevalentemente incentrato su strategie di intervento orientate alla riabilitazione cognitiva e fisica: a tale riguardo sono state introdotte alcune innovative terapie cognitive, quali la Reminiscenza, il laboratorio musicale, la Valorizzazione, la Rimotivazione, il Procedural memory traning, la Terapia delle 3 R e la R.O.T. ed altre specifiche tecniche di orientamento spazio-temporale.

Di recente sono stati introdotte nuove attività quali il Laboratorio delle Fiabe, la Garden Therapy e attività di cura di animali, queste ultime rese possibili dall’apertura, avvenuta nel settembre 2005, del Giardino Sensoriale Alzheimer.
L’obiettivo di questi progetti consiste nel potenziamento delle performances cognitive nei soggetti affetti da demenza per mezzo di adeguate stimolazioni delle abilità preservate dalla degenerazione cognitiva.

LE ATTIVITA’ DI ANIMAZIONE

Oltre alle attività terapeutiche riabilitative e riattivanti di natura specialistica, vengono realizzate settimanalmente numerose attività di animazione come laboratori di cucina, laboratori manuali creativi, di giardinaggio, di canto, di cucito, letture di quotidiani e libri, proiezione di opere liriche o films su maxi-schermo, attività ludiche come giochi da tavolo, ecc.

Inoltre la Fondazione dispone di autoveicoli (attrezzati anche per il trasporto di disabili) che rendono possibile l’organizzazione di uscite o di brevi gite.

Infine, per mantenere un adeguato e costante coinvolgimento dei familiari, vengono organizzate delle riunioni periodiche nelle quali, oltre all’illustrazione delle attività svolte, sono avviati, previo addestramento dei familiari, percorsi e attività terapeutiche da svolgere quando l’Ospite ritorna a casa con l’intento ulteriore di migliorare la sua autonomia.