La Chiesola

Foto MadonnaNel 1849, ormai anziano, il Conte Filippo Buttari, rinunciò ai suoi numerosi incarichi civili e istituzionali e confortato dall’affetto della sua amata moglie, contessa Pisana Grimani, si ritirò nella villa di campagna a San Sabino dedicandosi all’esclusivo esercizio della pietà e del beneficiare. Questo intensificarsi della vita religiosa e spirituale lo condusse alla costruzione di una “chiesola” – come il conte Filippo la definisce – annessa alla sua residenza. I lavori iniziarono nel 1851 e si conclusero alla fine del 1853, con la spesa complessiva di 1.355 scudi. Nella chiesola riposano i due grandi fondatori e benefattori della Grimani Buttari.

Chiusa per inagibilità nel 1988, la chiesola è stata completamente ristrutturata e riaperta al culto il 22 maggio 1999.
Nell’abside è collocata la statua della Madonna Addolorata che il Conte Filippo volle porre come Protettrice dell’Istituzione da Lui fondata.